Azione Africa Centrale

Accanto alle diverse iniziative svolte per la promozione e la difesa dei diritti umani, ogni gruppo locale di Amnesty International è chiamato a concentrare la propria attività su un’ area geografica particolare, in cui siano stati riscontrati casi di violazione dei diritti umani quali tortura, arresti arbitrari, processi iniqui, sparizioni e applicazione della pena di morte.

Al gruppo 079 di Mantova è stata affidata la zona dell'Africa Centrale, ovvero Burundi, Camerun, Chad, Congo, Gabon, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo e Ruanda.

In gergo amnistiano si parla di CAFRAN: Central Africa Regional Action Network.

In particolare, per RAN, ovvero Regional Action Network, si intende quella tecnica di azione particolarmente sinergica, attraverso cui reti formate da tutti i gruppi di Amnesty International che si occupano della stessa zona – nel nostro caso l’ Africa Centrale – esercitano pressioni sulle autorità governative per denunciare i casi di violazione dei diritti umani riscontrate nei rispettivi paesi di competenza.

In quest’ottica l’attività del gruppo di Mantova si muove in due direzioni principali:

- da un lato sostenere l’azione CAFRAN documentandoci ed agendo rapidamente per sostenere le campagne di Amnesty International in Africa Centrale;

- dall’altro sensibilizzare l’opinione pubblica mantovana sui casi e sulle problematiche legate alla violazione dei diritti umani in Africa Centrale attraverso l’organizzazione di incontri, dibattiti o proiezioni cinematografiche volte all’approfondimento, alla diffusione di appelli e alla raccolta firme.

Condividi questa pagina!